Nuovi trend del settore sanitario

Il settore sanitario sta cambiando drasticamente soprattutto perchè sono mutate le esigenze e le aspettative dei pazienti. I pazienti del settore sanitario e i consumatori in generale non vogliono più “pensare” ma ricevere informazioni risolutive: l’89% dei consumatori si rivolge immediatamente a un motore di ricerca online quando cerca di risolvere le proprie domande sanitarie.

Questa esigenza di diritto si sta manifestando in 10 tendenze chiave di Marketing Sanitario che stanno dando forma al modo in cui i pazienti cercano, trovano e interagiscono con medici, centri di cura e ospedali:

  1. Le mutevoli abitudini online dei pazienti
  2. La progettazione di un sito web sanitario ottimizzato per facilitare la ricerca dei pazienti
  3. Email marketing personalizzato
  4. Recensioni dei pazienti: il tuo biglietto per gli appuntamenti
  5. Social Media Marketing: nuove regole per gestire i canali social
  6. Video marketing per l’assistenza sanitaria
  7. SEO sanitario iper-mirato (in particolare SEO locale)
  8. Il restringimento dei risultati di ricerca organici e l’aumento degli annunci a pagamento (PPC)
  9. Tracciamento delle chiamate e messaggi telefonici automatici
  10. Sovraccarico di dati

Di seguito è riportato un approfondimento delle tendenze sopra citate (per le tendenze dall’1 al 4 rimandiamo a questo articolo) e del modo in cui influiscono sulla Strategia di Marketing dell’Assistenza Sanitaria. Potrai aumentare la comprensione di ciò che i pazienti di oggi vogliono, di come trovano i tuoi servizi, e di come connettersi efficacemente con loro e far crescere la tua struttura, ospedale o centro di cura. 

HEALTHCARE TREND #5: SEO sanitario iper-mirato (in particolare SEO locale)

La SEO (ottimizzazione dei motori di ricerca) è materia viva su cui investire per le aziende sanitarie: come detto l’89% dei consumatori si rivolge a un motore di ricerca quando cerca di risolvere le proprie domande sanitarie e l’83% dei pazienti visita il sito di una struttura sanitaria o di uno studio medico prima di prenotare un trattamento o una prostrazione. Non solo, ma le ricerche “vicino a me” per i servizi relativi alla salute sono raddoppiate dal 2015.

Sarebbe ottimale posizionarsi in alto (nei primi cinque elenchi) nei risultati di ricerca. Ma ci sono due aspetti che devi classificare bene: il pacchetto locale e i risultati di ricerca organici. Partiamo dal primo:

Google local SEO 3 Pack

Cos’è il pacchetto locale? È un gruppo di 4-5 schede di attività commerciali che vengono visualizzate sopra i risultati di ricerca organici. Sul cellulare, è l’unica cosa che i ricercatori vedono senza scorrere verso il basso. Google vuole fornire le informazioni a te più pertinenti, quindi verranno visualizzate le strutture più rilevanti per te, in altre parole a seconda della tua posizione geografica determinerà quale lista di servizi saranno visualizzati. Questi elenchi sono in cima alla pagina in una lista speciale accompagnata da una mappa e si chiamano Local Pack 3 Google.

Prima della visualizzazione della lista a 3, Google presentava sette aziende locali sotto forma di un elenco, noto come seven pack, in base alla quale altre imprese locali avevano l’opportunità di essere inserite nella prima pagina dei risultati di ricerca, anche se non avevano gran traffico organico. La decisione di Google di mostrare meno annunci sembra essere motivata dai dispositivi mobili. I risultati di ricerca di 3 pack fanno in modo che le ricerche sul desktop riflettono quelle sui dispositivi mobili con spazio aggiuntivo per risultati e revisioni delle mappe. Tuttavia, come accennato in precedenza, i risultati della ricerca sono localizzati, il che significa che i tre SEO pack locali cambiano considerevolmente in base alle posizioni degli utenti.

Le informazioni nel pacchetto locale vengono estratte da alcuni punti, ma principalmente dalla pagina Google My Business. Fai un check-out del tuo elenco GMB ed in particolare verifica:

  • Le categorie della tua attività commerciale (sopra, puoi vedere che dice “dottore” o “allergologo” proprio sotto la valutazione media delle recensioni. È una funzionalità all’interno di GMB e aiuta gli utenti a trovare esigenze specifiche)
  • Il tuo numero di telefono principale
  • La descrizione della tua attività
  • I tuoi orari di apertura
  • Il tuo indirizzo
  • Recensioni

Risultati della ricerca organica di SEO e Google

Sotto il pacchetto locale si trovano i risultati di ricerca organici, pertinenti ai termini di ricerca di un utente. Per classificarsi in modo organico nei risultati di ricerca (che si tratti di Bing, Google o Yahoo), è necessario stabilire e promuovere se stessi come autorità medica nel proprio settore di competenza e produrre contenuti ottimizzati e di elevata pertinenza.

Come posizionare la tua struttura sanitaria in cima ai risultati di ricerca?

  1. Il tuo sito web deve essere ottimizzato in chiave SEO. Ciò significa che deve essere veloce, sicuro ed è mobile-friendly. Hai bisogno di contenuti guidati dai desideri e dai bisogni dei tuoi pazienti. Google classifica le pagine web singolarmente, non i siti Web nel loro complesso. Avrai bisogno di contenuti ottimizzati per ogni micro-momento (compresi blog, pagine di destinazione, comunicati stampa, newsletter, e-book e altro);
  2. È necessario ottenere citazioni e collegamenti in altri siti autorevoli. Google guarda i link al tuo sito web da altri siti come picchi distintivi di autorità. Più hai autorità, più alto sei in classifica;
  3. È necessario fare uno studio delle giuste parole chiave del settore sanitario. Puoi costruire una frase di base con le seguenti parole chiave SEO sanitarie (abbiamo usato l’allergologo come esempio):
  • Allergologo + la tua città
  • Allergologi + la tua contea
  • Specialisti di allergia + la tua città
  • Allergie stagionali + la tua contea
  • Centro per allergie e asma + la tua città
  • Trattamento per l’asma + la tua città
  • Allergia + medico + la tua città
  • Allergia + trattamento + città

HEALTHCARE TREND #6: Il restringimento dei risultati di ricerca organici e l’aumento degli annunci a pagamento (PPC)

Dai uno sguardo ai risultati di ricerca sotto per “cure urgenti”.

Sul cellulare, l’intero schermo è occupato dagli annunci. Sul desktop, gli annunci sono la prima cosa che mostra, seguita da Google local SEO 3 Pack. Ciò significa che è necessario occupare quanto più spazio possibile sulle pagine dei risultati di ricerca, il che include anche annunci a pagamento.

Il costo medio del PPC (quanto si paga ogni volta che qualcuno fa clic sul proprio annuncio) oscilla dallo 0,05 all0 0,5 euro per clic (dipenderà dalla piattaforma utilizzata, per esempio Adwords ha un costo medio per clic superiore agli Ads di Facebook).

HEALTHCARE TREND #7: Social Media Marketing: nuove regole per gestire i canali social

Se si desidera un numero maggiore di pazienti, è necessario essere sui social media: il 41% dei consumatori afferma che il contenuto dei social media ha un impatto decisivo sulla scelta dell’ospedale o del centro terapeutico a cui rivolgersi e il 42% delle persone che visualizzano le informazioni sulla salute sui social media si focalizzano sulle recensioni degli altri consumatori.

Prendiamo ad esempio la Mayo Clinic, i cui contenuti su Facebook sono sempre aggiornati e interessanti per gli utenti.

Un altro grande esempio è United Healthcare. Non solo creano e condividono ottimi contenuti, ma hanno uno stile di firma molto riconoscibile in cui il colore la fa da padrone.

Prima di lanciarti in prima persona nella tua campagna fai attenzione: la pubblicità medica su Facebook è complicata a causa di numerose restrizioni di targeting nel settore sanitario. Ti consigliamo vivamente di cercare l’aiuto degli inserzionisti di Facebook specializzati nel settore sanitario e medico.

HEALTHCARE TREND #8: Video marketing per l’assistenza sanitaria

Se non hai ancora puntato sui video, devi recuperare velocemente. Un video ha una probabilità 50 volte superiore di classificarsi organicamente nei risultati di ricerca rispetto alle pagine di testo e entro la fine del 2019 i video rappresenteranno l’85% del traffico online solo negli Stati Uniti.

Ecco alcuni video che la tua struttura sanitaria o il tuo centro di cura dovrebbero sfruttare:

  • Video di benvenuto sul sito web: sappiamo che l’83% dei pazienti visita il sito Web di un ospedale prima di prenotare un trattamento. Avere un video di benvenuto che riassume la storia, la mission e la vision della tua struttura sanitaria può aiutare i pazienti a non perdere tempo nell’ottenere rapidamente le informazioni di cui hanno bisogno.
  • Video del profilo medico: la maggior parte dei pazienti esegue almeno una ricerca su Google del medico specifico di una struttura sanitaria prima di impegnarsi in un appuntamento. Avere dei video di profilo è un ottimo modo per presentarsi e ti consente anche di dare risalto ai risultati raggiunti dal tuo staff.
  • Video di recensioni: le recensioni sono un grosso problema, specialmente in settori come l’assistenza sanitaria dove la posta in gioco è alta. Ad esempio, negli ultimi 2 anni, i video con la parola “recensione” nel titolo hanno raggiunto più di 50.000 anni di tempo di visualizzazione solo sul cellulare. Avendo testimonianze e recensioni di pazienti precedenti, non solo fai conoscere le tue capacità, ma costruisci anche la fiducia del paziente verso il tuo staff. Il settore sanitario va di pari passo con emozioni spiacevoli come paura, rabbia, tristezza e incertezza, quindi la fiducia è fondamentale.
  • Panoramica delle procedure e dei trattamenti: se fornisci trattamenti complessi oa lungo termine, analizzali in un breve video informativo. In questo modo il punto viene affrontato in un modo che è più semplice da comprendere per i pazienti.
  • Video educativi sulle domande più frequenti o sulle condizioni mediche post intervento: “Devo andare al pronto soccorso?” “Quali tipi di trattamenti ci sono per il diabete?” “È una lentiggine o un cancro?” Questi tipi di domande sono quelli che possono essere facilmente risolti sotto forma di video. Costruire la tua pagina YouTube con questi tipi di video non solo ti rende l’autorità di riferimento, ma permette anche di chiarire ogni confusione riguardo i trattamenti da te erogati.

HEALTHCARE TREND #9: Tracciamento delle chiamate e messaggi telefonici automatici

Un recente sondaggio West ha rilevato che il 75% dei pazienti con malattie croniche desidera che il proprio medico si tenga regolarmente in contatto con loro in modo che possano farsi un’idea se qualcosa non va bene. Ciò che appare è una combinazione di e-mail, messaggi di testo, chiamate telefoniche e forum aggiornati. Aggiorna periodicamente anche il tuo staff in modo che sia sempre celere nel rispondere alle richieste dei pazienti.

HEALTHCARE TREND #10: Sovraccarico dei dati

Tenere traccia delle tue telefonate e dei messaggi con i pazienti non è il solo aspetto da considerare. È necessario misurare e monitorare accuratamente ogni singola campagna di Marketing Sanitario per scoprire quali strategie di comunicazione medicale funzionano e quali dovrebbero essere ottimizzate o eliminate.

Un’azienda è affamata di dati quando dispone di dati insufficienti per prendere decisioni analitiche ma allo stesso tempo un business è un pasticcio di dati quando ha troppi dati per prendere decisioni analitiche. Dovrai misurare, tracciare e basare la tua strategia di Marketing Digitale sui Key Performance Indicators (KPI) del settore sanitario. Loro includono:

  • Numero di pazienti
  • I tassi di ammissione
  • Tassi di riammissione
  • Entrate totali
  • Ritorno sugli investimenti di marketing (ROMI)
  • Tasso di conversione da lead a appuntamento
  • Costo per lead (CPL)