Conoscere alcune campagne social innovative relative il settore dell’healthcare da parte di altri professionisti del medicale ci ispira e ci aiuta a riformulare il nostro lavoro, inoltre tenere d’occhio il panorama dei social media può aiutarci a vedere le prospettive future.

I social media hanno cambiato il modo in cui apprendiamo ciò che sta accadendo nel mondo. Per i consumatori e le imprese, è una fonte di verità, un luogo per trovare e condividere contenuti autentici e un canale per diffondere la parola su un prodotto, servizio o movimento.

Per le organizzazioni sanitarie, i social media sono un canale organico per affrontare i loro problemi, aumentare la consapevolezza e avviare una vera conversazione. Ecco le 5 migliori campagne di social media per la salute che lo hanno fatto attraverso il potere dei social media.

1. #Movember: The Movember Foundation

La Movember Foundation si concentra su qualcosa di cui non si parla spesso: problemi di salute degli uomini. Si impegnano a salvare la vita degli uomini affrontando tematiche quali il cancro alla prostata o ai testicoli, la salute mentale e la prevenzione del suicidio.



La loro campagna annuale 2018 sui social media, #Movember, ha proposto un’entusiasmante sfida per abbandonare i rasoi e far crescere i baffi per il mese di novembre per aumentare la consapevolezza di queste tematiche sensibili e raccogliere fondi. Le conversazioni sui problemi di salute degli uomini sono iniziate organicamente: “Perché stai facendo crescere i tuoi baffi?”.

Queste conversazioni si diffondono poi attraverso canali sociali che accrescono la trazione e l’impegno. Raccontano la storia del marchio e diffondono la consapevolezza in modo autentico. La Fondazione Movember negli anni sta raccogliendo l’impatto che l’ascolto sociale ha sulla propria comunità.

2. Sfida Ice Bucket: Associazione SLA

Potenti campagne di Comunicazione Sanitaria sui social media hanno la tendenza a diventare virali su Internet. Un incredibile esempio di questa è la campagna di social media della “Ice Bucket Challenge” dell’associazione SLA che ha raccolto oltre 115 milioni di dollari nell’agosto 2014 per la ricerca SLA. Ecco come si è svolta:

Tre uomini che vivono con la SLA hanno pubblicato un video in cui si gettavano acqua ghiacciata addosso e  poi ognuno ha chiamato una persona per eseguire la stessa sfida. Prima che lo sapessero, 17 milioni di persone avevano caricato i loro video sui social media nell’arco di un mese. Oltre 400 milioni di persone hanno guardato questi video 10 miliardi di volte.



La campagna sui social media di Ice Bucket Challenge ha sfruttato il marketing del passaparola per diffondere la conoscenza della SLA e della comunità. Ha riunito milioni di persone, è stato divertente e facile da fare e quindi ha avuto un impatto virale sulla collettività.

3. Conosci i tuoi limoni: cancro al seno in tutto il mondo

L’organizzazione Worldwide Breast Cancer ha progettato un’immagine che illustra i dodici segni del cancro al seno. Questa immagine è di 12 limoni posizionati in una scatola di uova e si è diffusa a macchia d’olio sui social media.

La campagna che ha supportato questa immagine è stata chiamata #KnowYourLemons e ha insegnato a donne e uomini a riconoscere facilmente i 12 più comuni sintomi del cancro al seno. Ha anche ispirato il mondo a rompere il tabù e la paura di questa malattia.

Usare una visuale amichevole e accessibile per spiegare il cancro al seno è ciò che ha reso questa campagna sui social media così influente e condivisibile. In pochi secondi, guardando il cartone dei limoni, qualcuno è stato educato sui segni del cancro al seno senza dover affidarsi a video spiacevoli che illustrano la malattia in modo troppo complesso.

4. Giornata mondiale della salute: OMS

La Giornata mondiale della salute è una giornata dedicata alla sensibilizzazione e alla comprensione della copertura sanitaria universale. Quest’anno l’Organizzazione Mondiale della Sanità ha creato una pagina dedicata “essenziale per la campagna” che ha armato tutti con gli strumenti necessari per sostenere e condividere i fatti sulla Giornata mondiale della salute.

Questa pagina includeva una scheda informativa, un’infografica, un hashtag ufficiale, quadrati e video sui social media scaricabili. L’obiettivo era motivare le persone a condividere a livello locale per raggiungere un pubblico internazionale.

Avere contenuti accessibili e condivisibili è fondamentale per una campagna di social media per diffondere e acquisire credibilità. I sostenitori di una causa sono la spina dorsale del successo di una campagna di healthcare sui social media e devono essere armati degli strumenti giusti per diffondere la parola in modo semplice ed efficace.

5. #IDEFY: Planned Parenthood

Planned Parenthood ha lanciato #IDEFY, una campagna di social media che ha spinto i giovani a utilizzare i social media per condividere con il mondo ciò che sfidano: razzismo, omofobia, oscenità e oltre. A loro è stato chiesto di partecipare pubblicando un’immagine di se stessi sui social media con la parola DEFY scritta sul loro pugno e una didascalia usando l’hashtag #IDEFY.

La cosa speciale di questa campagna sui social media è che è stata lanciata con un evento Live di Facebook nello stesso momento in cui altre attivazioni correlate si sono svolte in tutto il paese. È andato in diretta il 22 gennaio 2017, nel 44 ° anniversario di Roe v. Wade e un giorno dopo la Marcia delle donne.

 


Libri consigliati - Marketing Sanitario

Vedi tutti i nostri Libri - Itaca Lab