Quando si tratta della nostra salute, spesso preferiamo cercare sintomi e cure online prima di rivolgerci ad uno specialista. Ciò accade perché vogliamo essere consapevoli di ciò che sta accadendo alla nostra salute e vogliamo essere in grado di capire ciò che ci verrà detto dal medico o, ancor più, confrontarci con lui su eventuali cure per poi prendere una decisione ponderata. Confidiamo in internet per sentirci indipendenti, consapevoli e preparati. Per andare incontro a questa esigenza le aziende del settore salute dovrebbero diventare delle vere e proprie fonti educative.

In questo contesto entra in gioco il Content Marketing (o meglio, l’Inbound Marketing) per informare il paziente finale. Contenuti rilevanti per il tuo pubblico e di qualità ti aiuteranno a posizionare la tua azienda come una fonte affidabile di informazioni a cui rivolgersi per acquisire consapevolezza (prima) ed acquistare (poi).

Ma cos’è l’Inbound Marketing?

L’Inbound Marketing è una strategia che consente di farti trovare nel momento in cui le persone hanno bisogno di te. La pubblicità online non interrompe la fruizione dei contenuti: attraverso l’Inbound Marketing, quindi, è la promozione stessa a diventare utile per il cliente.

Il concetto essenziale dell’Inbound Marketing si ritrova nel funnel, ovvero nel processo che porta il semplice visitatore a diventare cliente-paziente. Anzi, il processo è molto più articolato come suggerisce lo schema che proponiamo di seguito. Devi trasformare persone che non ti conoscono in promoter che parlano con piacere della tua struttura sanitaria e dei tuoi servizi. Il primo step porta l’estraneo sul sito web. Questo attraverso i contenuti del blog, ma anche grazie ad una SEO spinta e al social media marketing. Il secondo passaggio, invece, è quello che trasforma il visitatore in lead. Qui il funnel entra nel vivo.



Questo rapporto può essere più articolato, tutto dipende dal tipo di business. Ad esempio il lead potrebbe essere non pronto all’acquisto immediato del servizio (nel tuo caso fissare un appuntamento), quindi puoi usare il suo contatto per un’attività di email marketing che ti consente di alimentare l’interesse del potenziale cliente. Questo è lead nurturing. Se il cliente rimane colpito dai tuoi servizi e prenota un appuntamento la vendita è conclusa. Quindi? il concetto di Inbound Marketing va avanti e ti suggerisce di legare il contatto alla tua attività, al tuo messaggio. In che modo? Sempre attraverso i social media, il blog, la newsletter, i gruppi di Facebook. Un cliente è un contatto da seguire nel tempo con contenuti sempre aggiornati e utili.

L’arte del Content Marketing nel settore sanitario

Il Digital Marketing Sanitario se utilizzato in modo ottimale mette a tua disposizione tutta una serie di canali che ti permettono di esporre il tuo messaggio ad un pubblico sempre più ampio. Lo stesso vale anche per i contenuti educativi fornita dalla tua struttura medicale. La chiave del successo per le aziende sanitarie è informare il paziente finale mettendolo al centro della tua strategia. L’Inbound Marketing come spiegato ti aiuta a fare questo.

Grazie a questo nuovo approccio, infatti, hai la possibilità di avviare una strategia di contenuti in grado di accompagnare il paziente finale lungo tutta la buyer journey dalla fase di ricerca a quella di acquisto spingendolo alla conversione.

L’aspetto fondamentale per la riuscita di questa strategia è che i contenuti creati siano in grado di generare effettivo valore. Google è stanco di contenuti stracolmi di parole chiave poco utili agli utenti che avviano una ricerca e per questo ha avviato una vera e propria battaglia a suon di nuovi algoritmi improntati a premiare la qualità per favorire una buona User Experience e ridurre al massimo le interruzioni alla navigazione. I principi alla base del Content Marketing di qualità, dunque, permettono alle aziende sanitarie di creare una vera e propria relazione duratura con il proprio target, sia che sia composto da professionisti di settore, sia che si tratti di pazienti.

Il video marketing gioca un ruolo centrale in ambito medicale dato che si tratta della tipologia di contenuto più utilizzata e fruita. I pazienti guardano video riguardanti la salute perché sono alla ricerca di contenuti comprensibili, completi e a cui riferirsi con facilità. 1 persona su 2 vuole conoscere l’esperienza di un’altra persona quando sente di essere incompreso.

Per questo è importante far leva su contenuti emozionali in grado di catturare l’attenzione del fruitore e di informarlo allo stesso tempo. Creare video autentici, semplici e di testimonianze reali ti aiuterà a farti conoscere dai tuoi potenziali clienti ma allo stesso tempo ti offre la possibilità di mostrare la tua professionalità e professione.

Sharing Mayo Clinic: un caso di successo

Un esempio ben riuscito di Inbound Marketing è il blog Sharing di Mayo Clinic che ha sfruttato un’esigenza emersa (maggiore informazione tra la struttura sanitarie e i pazienti) per fornire al proprio target le storie di cui avevano bisogno e allo stesso tempo per aiutare l’azienda a creare una community affiatata. Oggi il blog di Mayo Clinic è un vero e proprio punto di riferimento negli Stati Uniti per pazienti, famiglie e medici in cerca di informazioni e conforto.

Al suo interno:

  • Medici e ricercatori hanno l’opportunità di condividere le loro scoperte;
  • I pazienti possono condividere le loro esperienze;
  • Medici e specialisti possono discutere su nuove cure e innovazioni;
  • I professionisti di Mayo Clinic possono fornire i loro feedback e discutere il futuro dell’ambito healthcare.

Il blog di Mayo Clinic è diventato un bacino di informazioni rilevanti per il proprio pubblico. Al suo interno racchiude diverse tipologie di contenuti, tutti di qualità. All’interno della community si è sviluppato un rapporto armonioso fatto di amicizia e fiducia che continua ad alimentare ogni giorno le interazioni.


Libri consigliati per il marketing sanitario

Vedi tutti i nostri Libri - Itaca Lab