Queste sono le tendenze e le previsioni che negli ultimi anni stanno prendendo sempre più piede nel Marketing Sanitario e che devi sapere per essere un passo avanti rispetto alla concorrenza.

Come anticipato gli ultimi anni si sono dimostrati anni di grande trasformazione nel Content Marketing, in particolare nel settore sanitario. Per stare al passo con i cambiamenti che stanno accadendo in questo momento, molti marketer si stanno impegnando in tattiche nuove ed emergenti. Ma prima di entrare nel vivo delle questioni pratiche, è importante capire il panorama che cambia. Ecco le 10 principali previsioni e tendenze nel Marketing dei contenuti sanitari per quest’anno.

1. l’automazione del Marketing Sanitario diventerà più prominente

Negli ultimi anni, l’automazione come strumento del Marketing Sanitario è diventata cruciale per i venditori di contenuti medicali. È consentito al settore di automatizzare la pubblicazione di annunci digitali, post sui social media e email di follow-up in anticipo, liberando tempo prezioso e risorse per iniziative più importanti.

Fino ad ora, il settore sanitario è rimasto indietro ma lentamente l’industria sta facendo passi da gigante. I luoghi in cui i fornitori di servizi sanitari possono sfruttare l’automazione del marketing includono le nozioni di base, come l’invio di promemoria automatici via email ai pazienti, nonché processi più avanzati come la cura dei lead, ricordare ai pazienti servizi aggiuntivi e fornire ai potenziali clienti contenuti mirati che mantengono il tuo marchio in prima fila bruciatore delle loro menti.

2. I pazienti diventano consumatori attivi

Il Marketing Sanitario sta puntando molto sulle chatbots per diventare più onnipresente, visto che la maggior parte delle persone preferirebbe interagire con loro piuttosto che alzare il telefono per fissare un appuntamento con un medico. I chatbot saranno utilizzati anche per conversazioni su servizi e prodotti e per porre domande che potrebbero essere trovate su moduli rilasciati prima di una visita dal medico. Anche altri canali di comunicazione, come la ricerca vocale, cresceranno. Le aziende che ottimizzano i loro contenuti per Google Home, Amazon Echo, Siri e Google Assistant vedranno aumentare le loro classifiche di ricerca e acquisire nuovi pazienti.

3. Le pagine di destinazione saranno un driver primario per le conversioni dei pazienti

Invece di creare un semplice sito web con tutte le solite pagine, gli ospedali, i fornitori di servizi sanitari e le cliniche stanno creando pagine di destinazione per quasi tutti i disturbi clinici, i servizi o le specialità che sono rilevanti per loro. Quindi, quando le persone cercano i loro sintomi, la loro malattia o il servizio che stanno prendendo in considerazione, riceveranno una pagina di destinazione specifica che risponde a tutte le loro domande e li incoraggia a fare il passo successivo. Comprensibilmente, le conversioni su pagine di destinazione mirate sono molto più alte rispetto alle statiche home page.

4. L’algoritmo di Google E-A-T diventerà più forte

Nell’agosto 2018, Google ha annunciato che i suoi algoritmi puntano su tre aspetti fondamentali: competenza, autorità e affidabilità. I siti web che hanno ottenuto un punteggio basso su questi tre fattori hanno visto la loro posizione scendere. Se ti stai chiedendo perché il sito Web della tua struttura sanitaria si posiziona ancora male, è tempo che tu prenda le misure per migliorare il tuo posizionamento. Un modo (tra gli altri) per avvicinarsi alla prima pagina è quello di aumentare la qualità dei contenuti ottimizzati in chiave SEO per i motori di ricerca, che dovrebbe portare le persone a collegarsi ai tuoi contenuti e che a loro volta aumenteranno la tua autorità e affidabilità.

5. Le persone non si affidano più solo a Google per trovare fornitori di servizi sanitari

Dall’avvento di Google, le persone hanno utilizzato il motore di ricerca per trovare medici nella loro zona. Quello che sta cambiando ora è che invece di affidarsi a milioni di siti per decidere il prossimo fornitore di servizi sanitari, la maggior parte delle persone si affida a pochi siti per valutare l’attendibilità del loro prossimo medico o struttura sanitaria. Ad esempio il sito americano WebMD ha ampliato i dettagli del provider per aiutare le persone a prendere decisioni più informate. Inoltre, consente anche ai medici di acquistare annunci sul sito.

6. Le tariffe pubblicitarie di Facebook aumenteranno

Le pubblicità su Facebook sono un ottimo modo per raggiungere nuovi pazienti, soprattutto considerando i limiti che Google mette sulla sua pubblicità display nel settore sanitario. Ma i prezzi degli annunci di Facebook sono previsti in aumento quest’anno, con l’ingresso di nuovi marchi importanti. Sapendo questo, ha senso pubblicizzare prima o poi per mantenere bassi i costi di acquisizione di nuovi clienti. Assicurati solo di condurre una campagna ben ponderata rivolta ai potenziali pazienti più adatti alla tua attività

7. Geofencing diventerà sempre più comune

Un’altra tendenza nel settore sanitario è il geofencing. Ciò consente agli addetti al Marketing Medicale di tracciare un confine attorno a un’area designata e inviare annunci alle persone all’interno dell’area.

Il geofencing è un servizio basato sulla posizione in cui un’app o un altro software utilizza dati GPS, RFID, Wi-Fi o cellulari per attivare un’azione preprogrammata quando un dispositivo mobile o un tag RFID entra o esce da un confine virtuale impostato attorno a un’area geografica, nota come geofence. A seconda di come è configurato, questo servizio può inviare notifiche push mobile, inviare messaggi di testo, avvisi o annunci pubblicitari mirati sui social media, consentire il tracciamento delle flotte di veicoli, disabilitare determinate tecnologie o fornire dati di marketing basati sulla posizione.

Data una superficie abbastanza piccola, il geofencing consente ai professionisti del Marketing Sanitario di dedurre molto sui dati demografici e sugli interessi di una persona. Se scegli come target una conferenza sanitaria o una palestra, ad esempio, puoi formulare delle ipotesi piuttosto solide sulle persone che sono attualmente presenti e puoi anche adattare annunci efficaci per loro.

8. I pazienti richiedono maggiore trasparenza

Poiché i consumatori sono sempre più digitali e connessi alla rete, hanno a disposizione maggiori informazioni a cui far riferimento. Possono immergersi in profondità e ricercare i fornitori di servizi sanitari a cui sono interessati e possono anche confrontare altre opzioni prima di prendere la decisione definitiva. Gli operatori sanitari stanno rispondendo ripulendo le loro organizzazioni. Il modo in cui i marketer possono aiutare è quello di creare contenuti che siano trasparenti intorno a servizi e prezzi e assicurarsi che i potenziali clienti possano ottenere le informazioni di cui hanno bisogno per prendere decisioni informate.

9. Le recensioni online diventeranno più importanti

Una parte importante della ricerca che i potenziali pazienti fanno prima di scegliere un operatore sanitario è di ricercare e leggere le recensioni online. I motori di ricerca valutano anche le recensioni e danno priorità alle loro classifiche. Sapendo che le recensioni negative possono allontanare potenziali pazienti, è giunto il momento in cui implementare un programma di gestione della reputazione e incoraggiare i pazienti a lasciare recensioni positive. Un’abbondanza di buone recensioni contrasterà eventuali altre cattive che potresti aver ricevuto e aumenterà anche l’affidabilità del tuo marchio sanitario.

10. Più fornitori di servizi sanitari accetteranno l’acquisto programmatico

Se non hai familiarità con l’acquisto programmatico, lo sarai presto. È fondamentalmente l’uso del software per acquistare pubblicità digitale, al contrario del vecchio modo di parlare con un umano nelle vendite o compilare un modulo per piazzare un singolo ordine. L’acquisto automatico di annunci rende molto più probabile che tu possa pubblicare i tuoi annunci alla persona giusta al momento giusto. Per rendere i tuoi annunci quanto più efficaci possibili, crea personalità per ciascuno dei tuoi segmenti di clientela e utilizza tali conoscenze nei tuoi acquisti programmatici, sia che si tratti di pubblicità sui social media, annunci di ricerca, retargeting, geofencing o altre campagne altamente mirate.