Il numero di ginecologi presenti in Italia è di 19.322, ed è in continuo aumento, così come la richiesta di specialisti in questo settore. Distinguersi all’interno di gruppi così ampi può essere più semplice di quel che credi nell’era del web 2.0. Sono tantissime le persone in cerca di un ginecologo online e se vuoi farti trovare, tutto quello che devi fare è migliorare la tua strategia di comunicazione.

Il primo passo verso una comunicazione piena con il tuo paziente è metterti nei suoi panni. Ti sei mai soffermato a riflettere su cosa voglia effettivamente un paziente in cerca di una clinica ginecologica? Alcune delle azioni più comuni e semplici, compiute da una grande fetta di pubblico, possono rivelarti la strada per far crescere il numero dei tuoi pazienti, ecco quali.

 

La tua clinica ginecologica è online?

Sarà capitato anche a te di cambiare città, per studio o per lavoro. Una delle prime preoccupazioni di chiunque si trasferisca in una nuova località è cercare dei nuovi professionisti sanitari di fiducia, ma dove? L’azione più naturale oggigiorno è estrarre lo smartphone dalla tasca e cercare il proprio nuovo ginecologo online.



Nel nuovo millennio qualsiasi specialista sanitario deve avere un account Google My Business se vuole essere reperibile online dai molti utenti in cerca. Google My Business è il punto di partenza per qualsiasi azienda sanitaria che voglia essere online su Google e Google Maps.
Google My Business è creato per alcuni semplici obiettivi legati al marketing sanitario e non: rendere visibili le attività commerciali e permettere agli utenti in cerca di informazioni su un’attività di ottenerle rapidamente. Se il tuo studio di ginecologia si presenterà al meglio, aggiornando i tuoi dati costantemente e interagendo con le recensioni dei pazienti, potrai vedere molti nuovi pazienti bussare alla porta della tua clinica in breve tempo.

Oltre alle informazioni di base riguardanti la tua clinica di ginecologia, che già ti consentiranno di essere presente su Google Search e Google Maps, potrai aggiungere immagini e contenuti aggiornati da condividere con chi visualizza la tua scheda sul motore di ricerca.

 

Quanto ti fai vedere sul web?

Quando ti ammali resisti alla tentazione di cercare i sintomi su internet? In pochi lo fanno. Nella maggior parte dei casi chi soffre di una patologia, soprattutto se intima, tende a cercare conforto e chiarezza nei numerosi articoli che popolano il maremagnum del web.

Il 55% delle domande poste a Mr. Google dagli utenti riguarda malattie, sintomi e cure, mentre il 25% riguarda informazioni su servizi sanitari.

Tuttavia, difficilmente un utente arriva fino alla seconda o terza pagina dei risultati di Google.
Questo significa che se il tuo sito web non è fra i risultati della prima pagina di Google, stai perdendo un numero considerevole di pazienti ogni giorno.
Ma come fare ad essere fra i primi risultati indicati dal motore di ricerca? Le strategie per rendere appetibile un sito web agli occhi di Google sono molte e, con le giuste dritte, potresti essere anche tu fra i primi risultati della SERP.
Cerca di sistemare mensilmente la SEO con strategie off-page, aumentando i link esterni e valutando un miglioramento dei contenuti già presenti sul tuo sito. Mentre ti occupi di rendere accogliente il tuo sito web, fatti aiutare da Google Ads. Questo strumento ti permetterà di apparire sulla vetta del celebre motore di ricerca. Questi annunci sono chiamati anche ricerca a pagamento sui motori di ricerca (SEM, Search Engine Marketing) e permettono di mostrare il tuo sito web nei motore di ricerca quando qualcuno cerca un servizio. La comodità di questi annunci è che possono essere riferiti a città specifiche o zone in cui si trova il tuo studio ginecologico.



 

Quanto spesso ti fai vivo con i tuoi pazienti?

I primi freddi sono alle porte, anche se ogni stagione porta con sé il proprio male. Un tempo il medico si consultava solo in caso di bisogno, ma oggigiorno la prevenzione è notevolmente aumentata. Come tutti i ginecologi, avrete sicuramente dei pazienti che saltano i controlli di rountine o che non si fanno vedere da un po’. Ricevere un promemoria sulla propria casella e-mail potrebbe aiutarli a rifarsi vivi per una visita di controllo o per problemi più specifici.

Mantenere una newsletter con informazioni legati ai problemi più comuni e frequenti in una determinata stagione potrà aiutarvi ad acquisire la fiducia dei vostri pazienti. Immaginate di avere una paziente che soffre di Candidosi, ma che per paura o vergogna non riesce a recarsi nel vostro studio. Ricevere una mail nella quale parlate approfonditamente proprio del suo disturbo la convincerà a fare quel passo in più per venire a chiedere un consiglio presso il vostro studio ginecologico.

I contenuti delle newsletter possono essere estrapolate da vostri articoli di ginecologia: mantenere un blog attivo è infatti una strategia di marketing sanitario importantissimo. Tenete costantemente aggiornati i vostri lettori con informazioni riguardanti le malattie più cercate sul web, in questo modo eviterete sempre che si affidino alla concorrenza e promuoverete a costo zero il vostro sito web.

 

Sai interagire con la Generazione Z?

Se tu fossi una ragazza adolescente del 2019, nato fra chat, social network e comunicazioni istantanee, non ti sembrerebbe un po’ antiquato prendere un appuntamento per telefono? Qualsiasi giovane con lo smartphone in mano andrebbe a caccia del servizio più comodo, cioè di una ginecologa che le permetta di avere una comunicazione più rapida, chiara e moderna.

L’utilizzo di chat dedicate al paziente è una strategia di marketing ormai essenziale per il tuo studio ginecologico. Infatti, la maggior parte dei giovani nati fra il 1995 e il 2010 ha affermato di preferire la chat al parlare, al punto da dormire con il proprio smartphone. Whatsapp e Messenger sono ormai gli strumenti prediletti per comunicare per tutte le nuove generazioni, ma anche per molte persone più mature.

Inizia a utilizzare Whatsapp per comunicare più velocemente con i tuoi pazienti e anche per confermare gli appuntamenti. Tramite un rapito messaggino potrete inviare promemoria personalizzati a tutti i vostri pazienti, in questo modo eviterete le assenze senza preavviso e ottimizzerete il vostro lavoro. Nello stesso tempo offrirete un servizio che è ormai richiestissimo dalla maggior parte dei pazienti permettendogli di sentivi sempre vicini, presenti dall’altra parte della tastiera per ogni loro dubbio.

 

Metti la tua clinica ginecologica sotto i riflettori

Nei momenti morti o la sera prima di addormentarsi capita a chiunque di guardare i nostri social media in cerca di qualche informazione interessante. Scorrendo la Home di Facebook quante volte vi soffermate a notare degli articoli che vi incuriosiscono? Articoli sui temi più disparati vengono condivisi sui social media ogni giorno, attirando molti lettori e trasformando i social come Facebook, Twitter e Instagram in vere e proprie vetrine.

I social media sono una piazza che non puoi lasciarti sfuggire per la tua attività di ginecologa.

Solo Facebook conta 31 milioni di account, coprendo il 91% degli utenti mensili di internet, ognuno dei quali sta cercando continuamente nuovi contenuti interessanti e stimolanti. Condividere sui social media gli articoli creati per il tuo sito web potrà puntare i riflettori sulla tua clinica ginecologica, invitando un pubblico molto ampio ad interagire con i tuoi contenuti.
Se ancora non lo hai fatto crea un account per la tua professione di ginecologa sui principali social media e condividi quotidianamente news e informazioni con tutti i tuoi utenti. La tua figura acquisirà così maggior fiducia da parte di chi già ti conosce e ti permetterà di raggiungere chi non sa ancora della presenza della tua clinica in zona.




Libri consigliati - Marketing Sanitario

Vedi tutti i nostri Libri - Itaca Lab