Articoli

Personal Branding

Medici e Personal Branding

,

La comunicazione con i clienti può migliorare il Personal Branding del medico: vediamo come

Il digitale è una risorsa importante per la costruzione del proprio business: lo è anche nel caso dei professionisti del settore medico-sanitarioMa qual è il modo migliore per impostare una strategia di Personal Branding online?

Innanzitutto è bene sottolineare che ogni medico ha due tipi di reputazione :

  1. Una reputazione rispetto agli altri medici, di tipo curricolare
  2. Una reputazione rispetto ai pazienti in generale, online

Continua a leggere

medici e social media

Medici e social media: i più giovani sono i più connessi

Più connessi in rete grazie ai social: i “medici millennials”, al passo coi tempi e con le innovazioni

Chi sono i nuovi medici?

I più giovani camici bianchi, denominati anche “medici millennials” sono i dottori del futuro, i più avvezzi all’uso delle tecnologie e in particolare dei social network. Grazie a questi strumenti creano una relazione tra colleghi e con i pazienti, con l’obiettivo di consentire le scambio di informazioni in maniera veloce e immediata.

Continua a leggere

Pianificare una strategia marketing con lo strumento di newsletter

Come usare le newsletter sfruttando una strategia di marketing sanitario

In una strategia marketing l’utilizzo delle newsletter è un potente strumento che viene utilizzato con grande successo anche nel settore sanitario.

Tra i diversi vantaggi che la newsletter possiede vi è l’opportunità che una realtà sanitaria possa rafforzare il rapporto con i clienti esistenti e avvicinare potenziali nuovi clienti.

La newsletter è uno strumento efficace ed economico per promuovere la propria struttura sanitaria o centro di salute di servizi e trattamenti, dando informazioni pertinenti rispetto agli interessi dei pazienti clienti. Se, per esempio, una clinica dermatologica vuole mantenere attivo il rapporto con i propri lettori può includere uno o più articoli che spiegano cos’è un eczema, oppure nel periodo estivo approfondire le tematiche sulla pelle dopo un’aggressione esterna come una scottatura solare. Una clinica oftalmologica potrebbe approfondire gli argomenti su come proteggere gli occhi dalle infezioni nel periodo estivo o problemi più acuti come il cheratocono.
Come creare la tua campagna di email marketing ? Prima di iniziare a scrivere gli articoli di riferimento per la newsletter è importante individuare qual è lo scopo da perseguire con la realizzazione di questa newsletter.
È importante chiedersi:

  • Cosa voglio comunicare con la newsletter ?
  • Voglio informare i miei lettori su specifici servizi/argomenti ?
  • Voglio rafforzare le conoscenze di base dei miei pazienti ?
  • Voglio approfondire alcuni argomenti per favorire la prevenzione ?
  • Voglio promuovere un nuovo servizio della mia struttura ?

Sulla base delle risposte si può sviluppare e configurare una campagna di newsletter.
Dopo aver definito l’obiettivo, è importante elaborare contenuti di elevata qualità ed interesse perché i lettori devono essere attratti dal contenuto sia per il loro messaggio che per la loro forma. Consigliamo di sviluppare i contenuti implementando gli articoli con immagini fotografiche, infografiche o video; i video sono molto apprezzati e creano un interesse maggiore rispetto alla semplice lettura di testo.

Importante elaborare contenuti di elevata qualità ed interesse perché i lettori devono essere attratti dal contenuto

La pianificazione dei contenuti delle newsletter deve essere studiata in sinergia con lo sviluppo del piano editoriale, per sfruttare al meglio i contenuti prodotti.
Gli argomenti della Newsletter devono essere collegati al vostro sito web (blog), in particolare alle pagine specifiche dei contenuti che sono state sviluppate.
Se nella newsletter si parla di un trattamento specifico, il link collegato deve portare al vostro articolo dove viene spiegato di cosa si tratta e come viene svolto il trattamento, in questo modo il pubblico viene incanalato verso i propri punti di interesse con l’opportunità, inoltre, di misurare l’interesse stesso verso l’argomento.

Struttura newsletter per strategia marketing sanitario

Tempalate Newsletter – Mailchimp.com

Consigli

I consigli che possiamo darvi per avere maggiore successo con le newsletter sono:

  • mantenere una periodicità regolare: un intervallo regolare di invio pone il lettore in una condizione di curiosità (se i contenuti sono rilevanti);
  • non intasare la casella di posta con un invio giornaliero o settimanale; lasciare il tempo che il lettore possa leggere gli articoli pubblicati e avere il tempo di condividerli con amici o nei social se interessanti;
  • invii molto ravvicinati possono essere interpretati come messaggi spam dai gestori di posta elettronica.

Newsletter – Quali strumenti utilizzare ?

Nel mercato sono presenti diverse piattaforme di email marketing che permettono la gestione e l’invio di newsletter, ognuna con caratteristiche e prezzi diversi: le piattaforme più conosciute sono Mailchimp, Mailrelay, Campaign Monitor o AcumbaMail.
Tutte consentono di segmentare le liste dei contatti differenziandole per interessi e individuando un target specifico, di controllare l’apertura e la lettura della Newsletter da parte del pubblico e di determinare le conversioni.
A questo punto non vi resta che scoprire qual è la piattaforma di email marketing più adatta a voi e alle vostre esigenze.
Se la vostra struttura sanitaria ha bisogno di un aiuto o di una consulenza per migliorare le vostre campagne di email marketing siamo disponibili a consigliarvi come essere più efficaci.
Non esitate a contattarci.

Farmacia comunicazione blog marketing sanitario itaca lab

Come creare un blog per migliorare la comunicazione di una farmacia?

La farmacista e CEO di MS DigitalPharma, Maria Sastre, esperta di marketing sanitario e comunicazione digitale esprime il suo parere durante la conferenza organizzata da COFM a Barcellona dicendo “le linee guida nella ricerca di informazioni sulla salute e nell’acquisto di dispositivi medici sono cambiate notevolmente negli ultimi anni, a causa di un maggiore utilizzo della rete da parte dei clienti”.

La Dott.ssa Sastre invita i titolari di farmacie a riconsiderare la loro attività e a prestare attenzione a come la rete digitale sta cambiando il modo in cui gli utenti si stanno rapportando con le farmacie.

In questo senso, ci sono diversi livelli di presenza digitale di una farmacia. Il più grande salto sarebbe la vendita online di farmaci OTC (dall’inglese Over The Counter anche detto farmaco da banco ‘FdB’) e parafarmacia. All’altro estremo, il più elementare, la creazione di un semplice sito web vetrina dove vengono presentati gli orari di apertura, i servizi offerti e i prodotti venduti.
Tra gli estremi ci sarebbe lo sviluppo di un “profilo aziendale di lavoro nei social network associati alla farmacia o l’apertura di un blog che comunichi con i propri clienti e parli di salute”.

L’attività di gestione di un blog richiede impegno per lo sviluppo della comunicazione digitale che però consente “di selezionare le informazioni corrette sulla salute per i propri clienti e mettere in campo l’esperienza che il farmacista ha come professionista sanitario”.
La Dott.ssa Sastre durante la conferenza a Barcellona ha espresso il suo pensiero dicendo ai farmacisti di fare un “salto” verso la comunicazione digitale, proponendo di sviluppare un blog della loro farmacia per coinvolgere i loro clienti che cercano sempre più informazioni per la loro salute.
I suoi suggerimenti sulla gestione di un blog sono “la conoscenza scientifica prima di tutto, un blog autentico, che favorisca la comunicazione con i lettori / clienti rispondendo in modo chiaro ed esauriente alle curiosità e domande dei clienti”.

Suggerimenti per l’apertura del blog

Per avere un blog efficiente è possibile svilupparlo con i propri mezzi o affidandosi a un consulente che conosca la comunicazione in ambito sanitario in modo da poter essere consigliati nel fare i primi passi.

Un confronto con un consulente è necessario se non si conoscono le regole del web, per poter capire come:

  • scegliere gli argomenti;
  • organizzare una linea editoriale;
  • come scrivere un articolo per posizionarlo attraverso i motori di ricerca (usando le tecniche del SEO);
  • usare gli strumenti di analytics;
  • effettuare il follow-up corretto.

Tematica e specializzazione

Una volta presa la decisione di creare un blog, il passo successivo è “prendersi cura di esso”. Per questo è fondamentale stendere una strategia attorno ad esso per avere il massimo.

Le prime domande da porsi sono:

  • Di cosa parliamo ?
  • Chi deve scrivere gli articoli ?
  • Qual è la cadenza di pubblicazione ?

Queste sono solo alcune delle domande a cui rispondere prima di aprire un blog e scrivere il primo articolo.

Per una farmacia la strategia migliore è avere una pianificazione trimestrale degli argomenti, questo per avere una pianificazione che varia con le stagioni.

Se parliamo invece della frequenza di pubblicazione sarebbe ottimale pubblicare un articolo a settimana, in modo da avere 4 articoli al mese.

Chi scrive gli articoli ? Tutto dipende dallo staff della farmacia, la cosa più facile e logica è che tutto il team di farmacisti e assistenti possa partecipare alla vita del blog, specialmente se ogni membro è specializzato in una certa area.

Sebbene la varietà tematica permetta di comunicare con un pubblico vasto, lo stesso approccio può valere per un blog specializzato in una sola categoria, come Nutrizione o dermocosmesi; in questo caso la selezione del pubblico digitale sarà assicurata. La specializzazione, se gestita e organizzata, può generare un impatto positivo portando il blog e la farmacia a livelli di notorietà non indifferenti.

Nel gestire un blog in ambito farmaceutico è necessario conoscere quali sono gli obblighi e le responsabilità legate all’attività farmaceutica, le informazioni devono essere accurate e rispettare la norma in materia di pubblicità dei farmaci, vanno citati i testi utilizzati come fonte di riferimento o gestiti i diritti delle immagini o illustrazioni usate.

Conclusioni

La Dott.ssa Sastre nel concludere il suo intervento ha precisato che l’importanza della presenza digitale e, in particolare, della comunicazione, è fuor di dubbio: “Il mondo digitale è sempre più importante e per questo invito i farmacisti a sviluppare strategie online in combinata con offline. Tutto ciò che viene fatto nel mondo digitale deve essere coordinato con le strategie quotidiane nella farmacia fisica”.

Inoltre, ricorda che è “necessario” un cambiamento perché i clienti si stanno trasformando in pazienti 2.0.

“I farmacisti deve essere preparati a rispondere a quei pazienti che cerca informazioni sul Web, fornendo credibilità”.