Articoli

Pianificare una strategia marketing con lo strumento di newsletter

Come usare le newsletter sfruttando una strategia di marketing sanitario

In una strategia marketing l’utilizzo delle newsletter è un potente strumento che viene utilizzato con grande successo anche nel settore sanitario.

Tra i diversi vantaggi che la newsletter possiede vi è l’opportunità che una realtà sanitaria possa rafforzare il rapporto con i clienti esistenti e avvicinare potenziali nuovi clienti.

La newsletter è uno strumento efficace ed economico per promuovere la propria struttura sanitaria o centro di salute di servizi e trattamenti, dando informazioni pertinenti rispetto agli interessi dei pazienti clienti. Se, per esempio, una clinica dermatologica vuole mantenere attivo il rapporto con i propri lettori può includere uno o più articoli che spiegano cos’è un eczema, oppure nel periodo estivo approfondire le tematiche sulla pelle dopo un’aggressione esterna come una scottatura solare. Una clinica oftalmologica potrebbe approfondire gli argomenti su come proteggere gli occhi dalle infezioni nel periodo estivo o problemi più acuti come il cheratocono.
Come creare la tua campagna di email marketing ? Prima di iniziare a scrivere gli articoli di riferimento per la newsletter è importante individuare qual è lo scopo da perseguire con la realizzazione di questa newsletter.
È importante chiedersi:

  • Cosa voglio comunicare con la newsletter ?
  • Voglio informare i miei lettori su specifici servizi/argomenti ?
  • Voglio rafforzare le conoscenze di base dei miei pazienti ?
  • Voglio approfondire alcuni argomenti per favorire la prevenzione ?
  • Voglio promuovere un nuovo servizio della mia struttura ?

Sulla base delle risposte si può sviluppare e configurare una campagna di newsletter.
Dopo aver definito l’obiettivo, è importante elaborare contenuti di elevata qualità ed interesse perché i lettori devono essere attratti dal contenuto sia per il loro messaggio che per la loro forma. Consigliamo di sviluppare i contenuti implementando gli articoli con immagini fotografiche, infografiche o video; i video sono molto apprezzati e creano un interesse maggiore rispetto alla semplice lettura di testo.

Importante elaborare contenuti di elevata qualità ed interesse perché i lettori devono essere attratti dal contenuto

La pianificazione dei contenuti delle newsletter deve essere studiata in sinergia con lo sviluppo del piano editoriale, per sfruttare al meglio i contenuti prodotti.
Gli argomenti della Newsletter devono essere collegati al vostro sito web (blog), in particolare alle pagine specifiche dei contenuti che sono state sviluppate.
Se nella newsletter si parla di un trattamento specifico, il link collegato deve portare al vostro articolo dove viene spiegato di cosa si tratta e come viene svolto il trattamento, in questo modo il pubblico viene incanalato verso i propri punti di interesse con l’opportunità, inoltre, di misurare l’interesse stesso verso l’argomento.

Struttura newsletter per strategia marketing sanitario

Tempalate Newsletter – Mailchimp.com

Consigli

I consigli che possiamo darvi per avere maggiore successo con le newsletter sono:

  • mantenere una periodicità regolare: un intervallo regolare di invio pone il lettore in una condizione di curiosità (se i contenuti sono rilevanti);
  • non intasare la casella di posta con un invio giornaliero o settimanale; lasciare il tempo che il lettore possa leggere gli articoli pubblicati e avere il tempo di condividerli con amici o nei social se interessanti;
  • invii molto ravvicinati possono essere interpretati come messaggi spam dai gestori di posta elettronica.

Newsletter – Quali strumenti utilizzare ?

Nel mercato sono presenti diverse piattaforme di email marketing che permettono la gestione e l’invio di newsletter, ognuna con caratteristiche e prezzi diversi: le piattaforme più conosciute sono Mailchimp, Mailrelay, Campaign Monitor o AcumbaMail.
Tutte consentono di segmentare le liste dei contatti differenziandole per interessi e individuando un target specifico, di controllare l’apertura e la lettura della Newsletter da parte del pubblico e di determinare le conversioni.
A questo punto non vi resta che scoprire qual è la piattaforma di email marketing più adatta a voi e alle vostre esigenze.
Se la vostra struttura sanitaria ha bisogno di un aiuto o di una consulenza per migliorare le vostre campagne di email marketing siamo disponibili a consigliarvi come essere più efficaci.
Non esitate a contattarci.

Itaca Lab dottore social network

La gestione professionale dei social network in ambito sanitario

L’importanza dei social network per una struttura sanitaria

Secondo le ultime statistiche fatte in Italia nel 2017 la popolazione connessa in rete è stata di 43 milioni di persone (il 73% della popolazione – Fonte WeAreSocial), con 34 milioni di utenti attivi sui social media. Durante il 2017 si è registrata una crescita di 4 milioni di persone connesse ad Internet (+ 10% rispetto all’anno precedente) e una crescita di 3 milioni di utenti social media (+ 10% rispetto all’anno precedente). Negli ultimi cinque anni il numero di adulti che utilizzano i social network è aumentato del 45%, il che significa che metà delle persone sopra i 18 anni sono immerse nel mondo dei social network e si prevede che questa percentuale continuerà a crescere.

Che cosa possiamo dedurre da questi dati? Sempre più utenti si rivolgono ai social network per conoscere cosa offrono i diversi Brand e per ricercare informazioni inerenti il mondo della Salute & Sanità per disturbi specifici, cure, terapie, strutture sanitarie, etc. Pertanto, è essenziale prendersi cura dell’immagine della propria clinica su Internet e sui social network per confermare la fiducia dei propri pazienti e attirarne di nuovi.

La tua clinica è già sui social network, che ti piaccia o no

Se una struttura sanitaria ha dei social network è chiaro che si è esposti a critiche (è noto che le opinioni positive non sono scritte tanto spesso quanto quelle negative). Quindi la soluzione più facile potrebbe sembrare non essere presenti nei social network per evitare critiche e insulti gratuiti. 

Ma la realtà è un’altra, che si voglia o no, la tua clinica è già su Internet.

Gli utenti che  hanno visitato o usufruito dei servizi della vostra struttura hanno raccontato e commentato la loro esperienza sui diversi social, sia che la loro esperienza sia stata positiva sia che sia stata negativa, quindi ogni struttura naviga già nei social network. Se la vostra clinica o struttura sanitaria è presente sui social network avrete la possibilità di poter coinvolgere maggiormente i vostri pazienti soddisfatti e potrete rispondere e neutralizzare le opinioni negative grazie a una risposta nel breve tempo.

Non è possibile eliminare le critiche negative ma è possibile giustificare o correggere la percezione del paziente insoddisfatto.

Una gestione professionale dei social network

Il consiglio che Itaca Lab vi da è di individuare un responsabile che gestisca quotidianamente la comunità digitale, una persona specializzata nella gestione dei social network o un’agenzia di marketing sanitaria che gestisca i social network. 

Perché? I diversi social network richiedono una costante dedizione per pubblicare post regolarmente, rispondere alle domande dei pazienti o di coloro che si mostrano interessati in tempi molto ridotti (parliamo di 15 min.), sapere cosa pubblicare e quando pubblicarlo in modo che abbia un impatto e una visibilità più ampia possibile.

Quanto costa gestire i social network in modo corretto? Dipende. Quanto costa una brutta critica di un paziente? Se si legge una recensione negativa di un hotel o di un semplice ristorante si è invogliati ad entrarci? Nel settore sanitario una cattiva critica pesa ancora di più, poiché riguarda la salute delle persone.

Infine, è importante ricordare che non è il caso di mentire sui social network. Non vale la pena investire per generare contenuti che attraggano pazienti se poi quanto offerto non è ciò che viene pubblicato sui social network e ciò che voleva. Se così fosse, una falsa comunicazione determinerà una difficoltà estrema a coinvolgere nuovamente il paziente o a proporgli nuovi servizi o nuove prestazioni.

Volete che vi aiutiamo a gestire i social della vostra struttura sanitaria?
Inviaci una mail a info@itacalab.it e ti contatteremo il prima possibile

 

itaca lab marketing sanitario

Il marketing nel settore Sanitario non è né costoso né immorale

In questo post vi diciamo cos’è il marketing sanitario e perché a volte ha un concetto negativo se abbinato al settore sanitario.

Molti considerano il marketing una parola negativa se utilizzata in ambito medico. Quando si parla di marketing la cosa più immediata è immaginare un venditore porta a porta che vuole venderci l’ultima enciclopedia con copertina rinforzata. Ma perché? In che modo il marketing nel settore sanitario può essere utile per offrire un servizio migliore? Il marketing è un concetto molto frainteso per gran parte delle persone che non sono nel settore; a volte, soprattutto a causa di cattive pratiche pubblicitarie, è un termine con connotazioni negative. 

Nella realtà non c’è azione migliore per mostrare il reale valore di un prodotto o di un servizio nel settore sanitario che sfruttare il marketing.

Un concetto frainteso

Per capire come il marketing sanitario può aiutare un ospedale, una clinica o una struttura sanitaria, la prima cosa che si deve analizzare è “perché un paziente sceglie una struttura sanitaria piuttosto che un’altra”. Il numero di pazienti che si ammalano o hanno episodi acuti di influenza e sono costretti ad andare al pronto soccorso non può essere controllato. Tuttavia, se sono già malati e devono prendere una decisione è possibile fornire maggiori informazioni sui servizi disponibiliQuando un paziente sceglie un centro sanitario ci sono una serie di fattori che influiscono.

La qualità del servizio sanitario è sempre una priorità, ma come fanno i pazienti a fare una valutazione? È molto soggettivo e spesso sono influenzati da molti aspetti di contorno. Per spiegare meglio è utile un esempio con una compagnia aerea. Il giudizio di un passeggero è dato dalla qualità dei motori di un aereo? No!
I passeggeri non vedono i motori, ma apprezzano la pulizia, il cibo, la gentilezza … e alla fine quando atterrano fanno il resoconto dell’esperienza vissuta.

L’immagine della vostra struttura, sanitaria e non, è uno strumento di marketing

Se nella sala d’attesa della vostra clinica ci sono le riviste del matrimonio di Lady Diana e Carlo, vuol dire che non vi siete aggiornati e questo viene percepito e automaticamente riflesso nelle capacità professionali. Se i corridoi sono sporchi o in disordine, vuol dire che anche gli strumenti utilizzati per le analisi lo sono. La vostra immagine e quella della vostra clinica è uno strumento di marketing.

Perché alcune cliniche private assumano professionisti del marketing sanitario? Se siete dei professionisti, perché non utilizzare strumenti di marketing per attirare i pazienti? Un altro modo per aumentare il numero di pazienti è quello di differenziare se stessi. Ad esempio aumentate o modificate gli orari di apertura al pubblico, fornite un servizio a domicilio, introducete servizi complementari. E se non sapete come migliorare i vostri servizi basta chiedere ai vostri pazienti. È possibile utilizzare un piccolo sondaggio, approfittare dell’attesa dei pazienti in sala d’attesa per una breve confronto. A volte la cordialità del personale, il promemoria per telefono o il biglietto di auguri contano più di quanto pensiamo. A parità di condizioni e prestazioni, se i tuoi competitors sono più attenti a questi particolari, tu chi sceglieresti? chi pensi che scelgano i tuoi clienti? Chiunque si sente a proprio agio in un ambiente accogliente e attento ai particolari.

Non abbiate paura di fare pubblicità sulla vostra struttura o sui vostri servizi, ma ricordatevi che bisogna sempre comunicare con onestà e cercare di comunicare i vostri valori come persone e come professionisti.

In sintesi.

Il marketing non è una parola incompatibile con la salute, si tratta semplicemente di consigliare il paziente mostrando le caratteristiche di un buon team di professionisti. Il modo migliore per mettere in pratica da subito una strategia marketing è offrire ai tuoi pazienti un servizio impeccabile. In altri settori funziona e non ha connotazioni negative. Inizia da subito a utilizzare le tecniche del marketing sanitario altrimenti i tuoi concorrenti ti supereranno e avranno un vantaggio. 

Il marketing rivolto alla salute non deve costare una fortuna o causare un dilemma morale. Fai sapere ai tuoi pazienti chi sei, dove ti trovi e che cosa offri. In un mondo in cui l’intrusione spicca e anche l’immoralità, perché non comunicare ai tuoi pazienti che la tua struttura è viva grazie a dei validi professionisti e che le vostre prestazioni si differenziano per qualità e servizio dalle altre strutture?

Vuoi avere consigli sulle azioni di marketing da mettere in pratica per la tua struttura sanitaria?


Inviaci una mail a info@itacalab.it e ti contatteremo il prima possibile.